Condividi:

facebook twitter linkedin google email

DESCRIZIONE

I cittadini, in difficoltà per l'elevata incidenza del canone d'affitto sul proprio reddito, possono presentare domanda per ottenere un contributo, se in possesso di alcuni requisiti fondamentali.

La domanda deve essere presentata nei modi e tempi previsti nel bando che annualmente viene pubblicato.

CONTRIBUTO AFFITTO RELATIVO ALL'ANNO 2018
Il presente bando disciplina le modalità per l'assegnazione di contributo economico “una tantum” finalizzato al pagamento del canone di locazione nell'annualità 2018, a favore di cittadini residenti nel Comune di Castel San Pietro Terme che versino in condizioni di disagio economico attestato dall' ISEE 2019.
SCADENZA BANDO 16.03.2019

A chi rivolgersi

Dirigente Roberto Monaco

Telefono: Segreteria: 0516954185

Cellulare:

Fax:

E-mail: roberto.monaco@comune.castelsanpietroterme.bo.it

Profilo: Dirigente Area Servizi Amministrativi

Funzioni:

close
Responsabile del Servizio Nadia Giusti

Telefono: 0516954172

Cellulare:

Fax:

E-mail: ngiusti@cspietro.it

Profilo: Responsabile

Funzioni:

close
Responsabile Unità Operativa Francesca Marchetti

Telefono: 0516954198

Cellulare:

Fax:

E-mail: fmarchetti@cspietro.it

Profilo: Responsabile

Funzioni:

close

C. REQUISITI DA POSSEDERE DA PARTE DEI BENEFICIARI ALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO:

1• essere cittadino italiano o di uno Stato dell'Unione Europea
oppure
essere cittadino extracomunitario in possesso di valido permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno o di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ai sensi del D.Lgs 286/98 (da esibire in copia al momento della presentazione della domanda).
In caso di permesso di soggiorno o permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo scaduti è ammissibile presentare la domanda di contributo qualora sia stata fatta domanda di rinnovo. Non si procederà comunque all'erogazione del contributo, eventualmente spettante, in assenza dell'avvenuto rinnovo da parte dell'autorità entro il 20.04.2019 e della relativa integrazione alla domanda presentata che il richiedente dovrà consegnare all'Amministrazione comunale – U.O.Solidarietà e Politiche giovanili entro il 29/04/2019.

2. essere residente nel Comune di Castel San Pietro Terme, nell'alloggio oggetto del contratto di locazione.

3. essere stato titolare per l'anno 2018:
di un contratto di locazione ad uso abitativo regolarmente registrato a Castel San Pietro Terme, redatto al sensi dell'ordinamento vigente al momento della stipula.
In tutti i casi di registrazione, proroga o rinnovo di contratto, è necessario presentare idonea documentazione (comunicazione dell'Agenzia delle Entrate, telematica o cartacea, con indicati i dati che si riferiscono al contratto di cui trattasi).
Sono esclusi i contratti cosiddetti ad “uso foresteria” ed i contratti stipulati esclusivamente per finalità turistiche (art. 1, comma 1, Legge 431/98)
oppure
di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di una cooperativa a proprietà indivisa, con esclusione della clausola della proprietà differita.
Nel caso di contratto di locazione cointestato a due distinte famiglie anagrafiche coabitanti nel medesimo alloggio, i due nuclei familiari possono fare domanda di accesso al contributo separatamente; il Comune considererà la loro situazione economica separatamente dividendo l'importo del canone per due, salvo la diversa disposizione contrattuale in merito alla obbligazione economica.
Nel caso di contratto di locazione cointestato a due distinte famiglie anagrafiche coabitanti nel medesimo alloggio di cui una però non residente nell'alloggio, potrà fare domanda solo la famiglia residente; il Comune considererà solo la situazione economica della famiglia residente e dividerà l'importo del canone per due, salvo la diversa disposizione contrattuale in merito alla obbligazione economica.
Tali contratti devono essere ancora validi alla data di presentazione della domanda di contributo.

4. non essere assegnatari di un alloggio ERP o alloggio pubblico comunale (ad esclusione degli alloggi con contratto di locazione permanente o altri alloggi pubblici con canone calmierato).

5. non essere titolari di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio.
E' consentito l'accesso al contributo in caso di:
• titolarità di nuda proprietà o di una quota non superiore al 49% (per ciascun componente del nucleo);
• alloggio ritenuto inagibile o inabitabile con provvedimento del Sindaco;
• concessione dell'uso dell'alloggio in comodato gratuito a parenti sino al terzo grado ed affini sino al secondo grado non facenti parte del nucleo familiare ai fini ISEE. In particolare è consentito l'accesso al contributo in caso di proprietà sull'alloggio assegnato al coniuge per effetto di sentenza di separazione giudiziale o di accordo omologato in caso di separazione consensuale o in base ad altro accordo ai sensi della normativa vigente in materia. In caso di cessazione della convivenza more uxorio il diritto di proprietà su un alloggio non preclude l'accesso al contributo qualora l'alloggio di proprietà rimanga nella disponibilità dell'ex convivente e ciò risulti almeno da scrittura privata autenticata intercorsa tra le parti.

6. avere un patrimonio mobiliare (depositi bancari, postali, titoli ecc.) relativo all'anno 2018, desumibile dalla DSU ISEE presentata, non superiore a € 15.000,00 al lordo della franchigia prevista dal DPCM 159/2013;

7. avere un'Attestazione ISE/ISEE di tipo “ordinario” ai sensi del DPCM 159/2013 e della L. 89/2016, art.2sexties, rilasciata dall'INPS valida per l'anno 2019, rilasciata dal 15/01/2019, aggiornata alle condizioni economiche, sociali, anagrafiche e relative al contratto d'affitto del nucleo familiare alla data di presentazione della domanda, (*) con un valore ISEE non superiore a € 12.000,00;

(*)ATTESTAZIONE ISEE:
1) È possibile presentare l'ISEE CORRENTE in caso di significative variazioni reddituali conseguenti a variazioni della situazione lavorativa di un componente del nucleo.
2) E' necessario presentare una attestazione ISEE priva di annotazioni relative al patrimonio mobiliare ed immobiliare, in quanto i valori attestati relativi a tali dati sono nello specifico requisiti di accesso alla richiesta di contributo di tale bando.
3) Nel periodo cosiddetto di “imminente scadenza dei termini”, e quindi dal 06/03/2019, il richiedente può presentate la domanda di contributo anche senza indicare i valori ISE/ISEE e patrimoniali certificati dell'Attestazione ISEE, purché dimostri di aver presentato la propria Dichiarazione Sostitutiva Unica (data e protocollo ricevuta del CAF) per richiedere il rilascio della relativa Attestazione ISEE da parte dell'INPS alla data di presentazione della domanda.

MODALITÀ PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

1. La consegna delle domande di cui al presente bando è possibile

dal giorno LUNEDI 11 FEBBRAIO 2019 fino alle ore 12:30 del giorno SABATO 16 MARZO 2019.

2. La domanda può essere presentata da un componente il nucleo ISEE anche non intestatario del contratto di locazione, purché residente nel medesimo alloggio oggetto del contratto.

3. Per il ritiro deI bando, della modulistica richiesta e per avere le informazioni necessarie gli interessati possono rivolgersi presso lo Sportello cittadino (Palazzo Municipale, piano terra, portone di sinistra – civico 3) nei seguenti orari di apertura al pubblico.
Il modulo di domanda e il bando sono disponibili altresì sul sito www.cspietro.it

4. La domanda, compilata in tutte le sue parti su apposita modulistica, e con tutti i documenti richiesti allegati, va consegnata:
allo Sportello cittadino – Protocollo, negli orari di apertura dell'ufficio
oppure spedita
per raccomandata all'indirizzo Comune di Castel San Pietro Terme, U.O. Solidarietà e Politiche giovanili, p.zza XX settembre 4
tramite fax al n. tel. 051/6954141
per PEC all'indirizzo comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Nel caso venga consegnata da una terza persona, compilare la parte del modulo relativa alla delega per la presentazione domanda.

5. L'Ufficio Solidarietà e Politiche giovanili offre l'opportunità anche della compilazione assistita della domanda. Per tale servizio è necessario prendere un appuntamento presso l'ufficio stesso negli orari di apertura al pubblico o telefonicamente al numero 051/6954124 oppure 051/6954198.
Con la firma apposta in calce alla domanda il richiedente esonera gli operatori del Comune di Castel San Pietro Terme addetti all'assistenza nella compilazione delle domande da ogni tipo di responsabilità per la non corrispondenza, non veridicità o incompletezza dei dati riportati nella domanda di partecipazione al presente avviso.

6. E' previsto un rimborso per le spese di fotocopie (pari a 0,10 € per ciascuna facciata formato a4) per gli utenti che non hanno al seguito la documentazione in copia da allegare alla domanda.

7. Alla domanda devono essere OBBLIGATORIAMENTE allegati, pena esclusione dal contributo, i seguenti documenti:
• Fotocopia del documento di identità del richiedente
• Fotocopia del permesso di soggiorno del richiedente (in caso di permesso scaduto oppure in scadenza entro la data di termine del bando, copia della richiesta di rinnovo)
• Fotocopia della dichiarazione sostitutiva unica ISE/ISEE 2019 aggiornata alle condizioni economiche, sociali e anagrafiche del nucleo familiare alla data di presentazione della domanda.
• Fotocopia contratto d'affitto regolarmente registrato relativo all'anno 2018 ed ancora in corso. In caso di proroga o rinnovo durante l'anno, allegare la comunicazione dell'Agenzia delle Entrate, telematica o cartacea, oppure in alternativa il modello F23, o copia della comunicazione relativa alla “cedolare secca”, con indicati i dati che si riferiscono al contratto di cui trattasi.
• Fotocopia ricevuta di pagamento del canone di locazione di dicembre 2018 o comunque dell'ultima ricevuta in possesso, relativa al pagamento effettuato in caso di morosità;
Autodichiarazione del proprietario/dei proprietari dell'alloggio attestante la regolarità dei pagamenti o la morosità del conduttore, con indicazione della modalità di riscossione diretta del contributo da parte del proprietario medesimo, in caso di morosità, in vece del conduttore, con copia documento di identità allegata.

8. Nella domanda il richiedente deve dichiarare:
• che nessuno dei componenti il nucleo familiare ISEE è titolare di diritti di proprietà, uso, usufrutto o abitazione su un altro alloggio, tranne che per i casi previsti;
• che il nucleo familiare ISEE possiede un patrimonio mobiliare (depositi bancari, postali, titoli ecc.) non superiore a € 15.000,00 al lordo della franchigia prevista dal DPCM 159/2013;
• che nessuno dei componenti il nucleo familiare ISEE ha già inoltrato la stessa domanda presso altra Amministrazione;
• che nessuno dei componenti il nucleo familiare ISEE è titolare di alloggi ERP o alloggi pubblici comunali, ad esclusione degli alloggi con contratto di locazione permanente o con canone calmierato;

9. LA DOMANDA VA CONSEGNATA ENTRO E NON OLTRE IL GIORNO
SABATO 16 MARZO 2019 – ORE 12.30
Le domande inviate tramite il servizio postale saranno ritenute valide se spedite con raccomandata R/R entro il sabato 16.03.2019 e pervenute all'Amministrazione comunale – entro il 25/03/2019

CONTROLLI DELLE AUTODICHIARAZIONI PRESENTATE

Si informa che, ai sensi di quanto previsto dall'art. 71 del D.P.R. n. 445/2000, sono effettuati controlli sulla veridicità dei dati dichiarati sia preventivamente che successivamente alla concessione del contributo. In particolare nel caso di erogazione del contributo potranno essere eseguite verifiche formali di veridicità e residuali diretti ad accertare la veridicità delle informazioni fornite nella presente richiesta, ai sensi dell'art. 71 del DPR 445/2000, dell'art. 15 della L. 183/2011, dal DPCM 159/2013, come previsto nel Regolamento comunale “Regolamento per l'applicazione dell'ISEE ai servizi e alle prestazioni agevolate comunali e norme sui controlli delle dichiarazioni sostitutive” di cui alla deliberazione C.C. n° 16/2013 e nella deliberazione GC n° 55 del 26/03/2015, previa comunicazione all'interessato dell'avvio del procedimento di controllo come previsto dagli artt. 7-8 L. 241/90 e successive modifiche ed integrazioni.

Altresì le dichiarazioni risultate inattendibili saranno inoltrate ai competenti uffici della Guardia di Finanza mediante comunicazione scritta nominativa con allegata la documentazione presentata.

A norma dell'art. 75 del D.P.R. 445/2000, qualora dal controllo di cui all'art. 71 emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici acquisiti ed incorre nelle sanzioni penali previste dall'art. 76 del D.P.R. 445/2000.

Nel caso sia accertata l'erogazione di prestazioni indebite il Comune provvede alla revoca del beneficio dal momento dell'indebita corresponsione e alle azioni di recupero di dette somme.
Allegati alla pagina
BANDO E MODULISTICA
Dimensione file: 6186 kB [Nuova finestra]
MODULI RICHIEDENTE E PROPRIETARIO SCRIVIBILI
Dimensione file: 246 kB [Nuova finestra]
Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel San Pietro Terme
Piazza XX Settembre 3
40024 Castel San Pietro Terme (BO)
Tel. 051.69.54.154 - Fax 051.69.54.141
email (PEC): comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Partita IVA: 00514201201
Codice Fiscale: 00543170377
Cod. catastale C265

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile Friendly

Crediti
I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio stampa e dell'ufficio URP del Comune di Castel San Pietro Terme.
Per inviare segnalazioni:
protocollo@cspietro.it
Pubblicato nell'aprile del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl