Condividi:

facebook twitter linkedin google email
Pubblicata il 31 ottobre 2018 | Consiglio comunale

Consiglio Comunale unanime su accordo urbanistico Crif-Pal.Varignana

Consiglio Comunale: unanimita
E' stata approvata all'unanimità dal Consiglio Comunale di Castel San Pietro Terme la proposta di accordo urbanistico fra Comune e Crif-Palazzo di Varignana, all'ordine del giorno della seduta di martedì 30 ottobre. Approvata con i voti favorevoli di Pd-Sic e M5S (il gruppo Il tuo Comune non ha partecipato al voto) anche la mozione “Iniziative ed impegni politico-amministrativi connessi alla proposta di accordo con privati ex art. 18 ambito N7 e comparto San Giovanni” presentata dal gruppo Pd-Sic, riguardante le misure di monitoraggio e supporto allo sviluppo sostenibile e di mitigazione impatti.

«La votazione all'unanimità del Consiglio Comunale, inclusi i M5S che invece in sede pubblica erano stati fortemente critici, premia l'impegno di questa Amministrazione comunale nella definizione dell'accordo urbanistico con Crif - Palazzo Varignana – afferma il sindaco Fausto Tinti -, un accordo che abbiamo studiato e formulato allo scopo di promuovere lo sviluppo economico e infrastrutturale sostenibile del territorio di Castel San Pietro Terme, obiettivo che è nel dna di questo mandato, che ha messo al primo posto il lavoro.

Questa operazione urbanistica si inserisce infatti in un contesto che negli ultimi quattro anni ha visto il forte impegno dell'Amministrazione Comunale nell'accogliere e sostenere la spinta propulsiva delle imprese economiche verso il nostro territorio, sempre secondo la nuova vision urbanistica regionale che dà prioritàalla rigenerazione urbana e al saldo zero nel consumo di suolo (LR 24/2017). Significativi in questo senso i nuovi insediamenti/sviluppi aziendali di Turolla Danfoss, Alce Nero, Cartotecnica Moreschini, Teko-Telecom, Decathlon, Bio-on, Robopac, Sacmi, Walvoil, Marchesini. Siamo consapevoli che esiste uno sbilanciamento dello sviluppo imprenditoriale tra le aree produttive, con la Ca Bianca che è stata capace di attrarre molte grandi aziende, mentre quella di Osteria Grande fatica a decollare, essenzialmente per la mancanza di raccordo con la rete infrastrutturale territoriale (a parità di presenza di ambiti di sviluppo e servizi), oltre che per il periodo di crisi che ha messo in difficoltà le imprese. I nostri sforzi sono oggi rivolti a ridurre questo squilibrio, anche grazie alla presenza di un'azienda leader come Crif che porterà miglioramenti a tutta l'area.

C'è dunque una complessità di obiettivi in questo accordo urbanistico: dallo sviluppo delle imprese economiche Crif (direzionale, prevalente) e Palazzo di Varignana (turistico, minoritario) a consumo di suolo a saldo zero, all'innesco e start-up dello sviluppo dell'area produttiva sovra comunale di Osteria Grande anche in chiave direzionale con la costruzione di un nuovo auditorium/centro congressi e uffici Crif a Osteria Grande nell'area produttiva San Giovanni; dalla rigenerazione urbana del Centro Storico di Varignana, con l'acquisizione da parte di Crif degli edifici delle ex scuole e di via Alfieri che saranno rigenerati in forma residenziale, allo sviluppo e razionalizzazione della viabilità urbana di Osteria Grande (con la cosiddetta tangenziale di Osteria Grande che per il momento sarà sulla via della lottizzazione); dalla ricostituzione della piena funzionalità della fermata ferroviaria di Varignana-Osteria Grande, unica nella provincia di Bologna a trovarsi all'interno di un'area produttiva, che potrà quindi essere valorizzata con la presenza di aziende che utilizzano la mobilità sostenibile e l'istituzione di navette verso il nuovo auditorium e verso la sede Crif, alla realizzazione di opere della viabilità di adduzione alla rete infrastrutturale metropolitana e regionale. Tutto questo genererà un portfolio di risorse per opere pubbliche per la città a disposizione della prossima amministrazione nel mandato 2019-2024. Infatti del totale di 4.729.000 euro che il Comune ricaverà da questo accordo, solo 710.000 saranno disponibili nel 2018, mentre la rimanente somma potrà essere utilizzata negli anni successivi. Stiamo lavorando e lavoreremo fino all'ultimo giorno di questo mandato per portare benessere, risorse e per programmare opere pubbliche a vantaggio dei nostri cittadini e del nostro territorio.

Importante infine sottolineare il percorso partecipativo che abbiamo seguito per giungere a questo accordo. Fra luglio 2017 e agosto 2018, in un anno di lavoro, si è svolta la negoziazione fra Amministrazione comunale e Crif/Palazzo di Varignana, analizzando approfonditamente tutti gli aspetti, ed è stata redatta la proposta di variante, che è poi sottoposta a settembre a perfezionamento tecnico-giuridico. A ottobre, dopo un passaggio politico con le forze di maggioranza, è iniziato il percorso illustrativo e di discussione con i portatori di interesse. Abbiamo incontrato tutte le associazioni di categoria di imprenditori, artigiani e del commercio, che hanno espresso parere positivo, indicando le priorità di cui dovrà tenere conto la prossima Amministrazione; i sindacati  hanno apprezzato il coinvolgimento e, in generale, tutta l'operazione, e hanno indicato le loro priorità sull'utilizzo delle risorse; i cittadini, incontrati nelle assemblee pubbliche delle Consulte territoriali, hanno espresso un generale apprezzamento e sono arrivate critiche solo da parte del M5S e di persone che non vedono di buon occhio l'insediamento di Crif-Palazzo di Varignana. Con il Consiglio comunale di ieri siamo giunti all'approvazione della proposta di accordo. Da novembre ad aprile 2019 è prevista la conferenza dei servizi degli enti, per arrivare ad aprile 2019 in Consiglio comunale per l'approvazione della proposta di variante. Ci presentiamo ora alla Città Metropolitana e a tutti gli enti coinvolti con una proposta sostenibile, vantaggiosa per l'ente pubblico e per lo sviluppo del territorio».

Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel San Pietro Terme
Piazza XX Settembre 3
40024 Castel San Pietro Terme (BO)
Tel. 051.69.54.154 - Fax 051.69.54.141
email (PEC): comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Partita IVA: 00514201201
Codice Fiscale: 00543170377
Cod. catastale C265

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile Friendly

Crediti
I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio stampa e dell'ufficio URP del Comune di Castel San Pietro Terme.
Per inviare segnalazioni:
protocollo@cspietro.it
Pubblicato nell'aprile del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl