Condividi:

facebook twitter linkedin google email
Pubblicata il 11 marzo 2017 | Ambiente ed Energia

Risparmio e riqualificazione energetica degli edifici comunali

Si finanzia con il risparmio sui consumi la riqualificazione energetica degli edifici comunali
Un modo innovativo per affrontare il tema del risparmio energetico in scuole e edifici comunali, realizzando interventi di riqualificazione finanziati interamente dalla riduzione dei consumi: è questo il circolo virtuoso che sta avviando l'Amministrazione Comunale di Castel San Pietro Terme, grazie al supporto dell'Aess (Agenzia energia e sviluppo sostenibile) di Modena, uno dei principali referenti europei in questo settore, alla quale si è associata da giugno 2016, in seguito all'entrata fra i soci costitutivi della Città Metropolitana.
In vista della scadenza a metà ottobre 2017 dell'attuale contratto di gestione del calore dei fabbricati comunali stipulato tramite Consip, l'Amministrazione castellana si è attivata per la redazione degli atti necessari a bandire una nuova gara. A questo scopo, nel novembre scorso, ha incaricato Aess a fornire un supporto per la documentazione tecnico-amministrativa per partecipare al bando Energia/Energia Plus.
«Affrontare politiche per il risparmio energetico e le energie sostenibili è una priorità di questa Amministrazione Comunale – sottolinea il sindaco Fausto Tinti -. Stiamo affrontando questi temi grazie al lavoro puntuale e tenace degli uffici comunali e con la collaborazione di Aess della quale siamo soci. Questo bando è una delle azioni che stiamo mettendo in campo e che proseguiranno anno per anno».

Gli interventi più incisivi sono previsti su quattro fabbricati: Scuola Ercolani, Scuola Albertazzi, Palestra Alberghiero e Municipio, mentre su altri dieci edifici comunali saranno introdotti miglioramenti a livello gestionale. 


Alla Scuola Ercolani sono previsti interventi sull'involucro (tipo coibentazione a cappotto), il rifacimento della copertura coibentato, la sostituzione della caldaia con una nuova a condensazione.


Alla Palestra Alberghiero saranno installati pannelli solari termici e sostituite le lampade interne con lampade a led.


Nel Municipio, su ogni radiatore saranno installate valvole termostatiche motorizzate, elettrocomandate da remoto dal gestore, e sostituite tutte le lampade con led.


Per quanto riguarda la Scuola Albertazzi, sarà sostituita la caldaia, introdotta la regolazione dei radiatori (come nel Municipio) e sarà coibentato il solaio del sottotetto di tutto il plesso (comprese le Pizzigotti). 

Grazie al bando Energia/Energia Plus, il futuro gestore degli impianti comunali potrà usufruire del contributo di conto termico, che contribuirà alla realizzazione degli interventi sui quattro edifici. Il nuovo contratto, che segue la filosofia Esco (Energy Service Company), avrà la durata di 9 anni a partire da ottobre 2017. Gli interventi sono previsti per l'estate 2018, con 8 anni di ammortamento.
«Grazie alla collaborazione con Aess inauguriamo un nuovo modo di gestire gli impianti – spiega il presidente del Consiglio Comunale Stefano Trazzi -, realizzando gli interventi attraverso il risparmio energetico, quindi senza gravare sui cittadini. Come punto di riferimento sui costi è stato scelto l'anno 2015, poiché è stato il più freddo degli ultimi tempi, con un consumo di 340mila metri cubi di metano. Ipotizzando quindi di mantenere nei prossimi 8 anni i costi sostenuti nel 2015 ed effettuando contemporaneamente gli interventi per la riqualificazione energetica nei quattro edifici, si dovrebbe ottenere un risparmio di 43mila metri cubi, passando da 340mila a 297mila metri cubi. A questo risparmio si aggiungerà quello dovuto ai nuovi led installati nel Municipio e nella Palestra Alberghiero, con un calo del 13% dei consumi energetici, e una diminuzione delle emissioni di CO2 pari a 276 tonnellate».

Inoltre l'Aess, nell'ambito dello stesso incarico, supporterà l'Amministrazione Comunale a predisporre gli atti necessari per l'accesso al bando europeo Por/Fers Asse 4, promosso dalla Regione Emilia Romagna, al quale il Comune di Castel San Pietro Terme può partecipare con due interventi superiori a 100mila euro e ha scelto il Palazzo Municipale e la Scuola Ercolani.
«Se questo bando andrà a buon fine – aggiunge il presidente Trazzi -, il risultato economico sarà conferito direttamente al Comune e, insieme al risparmio dei led, contribuirà alla minor spesa per l'energia elettrica dei due edifici interessati». E non finisce qui. Aess rilascerà anche lo screening energetico di altri dieci edifici e impianti sportivi comunali oggi gestiti non direttamente dall'Amministrazione Comunale, come lo stadio, la piscina, il palasport e i due bocciodromi.
Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel San Pietro Terme
Piazza XX Settembre 3
40024 Castel San Pietro Terme (BO)
Tel. 051.69.54.111 - Fax 051.69.54.141
email (PEC): comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
Partita IVA: 00514201201
Codice Fiscale: 00543170377
Cod. catastale C265

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile Friendly

Crediti
I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio stampa e dell'ufficio URP del Comune di Castel San Pietro Terme.
Per inviare segnalazioni:
protocollo@cspietro.it
Pubblicato nell'aprile del 2015
Realizzazione sito Punto Triplo Srl